Viva la Francia !!

Eccomi tornato al lavoro. E con il ritorno al lavoro non poteva mancare un breve resoconto della mia vacanza a Port Frejus, in Costa Azzurra. Inizierò con alcune piccole diversità che non possono non saltare all’occhio appena ci si avventura oltre frontiera.

1 – Autostrada.

Positivo: Appena passato il confine, magicamente da due l’autostrada diventa a tre larghe corsie.

Negativo: Alla faccia del pedaggio !! Per fare 100Km si passano tre o quattro caselli…

2 – Mare.

Positivo: Se vuoi la spiaggia a pagamento te la devi cercare. E’ quasi tutta spiaggia libera, di sabbia con adeguati servizi igienici (docce calde gratuite e bagni sorvegliati e gratuiti). Nel giro di due chilometri ci sono almeo quattro postazioni di soccorso presidiate dalle 9 alle 19 da prestantissimi bagnini che, oltre ad informarti dello stato del mare (temperatura, stato, presenza o meno di meduse) non esitano a saltare sul gommone ed impedirti anche solo lontanamente di entrare in acqua se le condizioni non lo permettono. Sulla spiaggia passano vari venditori di dolciumi e vari fotografi che vogliono immortalare qualsiasi famigliola, ma nè gli uni nè gli altri sono invasivi o scortesi.

Negativo: il costo e la qualità dei gelati…

3 – Televisione

Positivo: Non c’è ombra di pubblicità di compagnie di telefonini. Sarà che non le sopporto ma mi è sembrato un aspetto da rimarcare. Inoltre due curiosità: la Michelin fa la pubblicità dei pneumatici usando le immagini del MotoGP ( e quando l’ho vista mi è sembrato strano che non lo facesse in Italia); Alex Del Piero fa la pubblcità ad uno scooter della Suzuki : durante lo spot lui e sua moglie sono a bordo dello scooter discutendo della meta delle loro vacanze e Del Piero chiude dicendo:”Basta che ci sia un campo da golf”. Lo spot è in italiano, sottotitolato in francese.

Negativo: Le classifiche dei dischi sono appestate di canzonette cantate da pupazzi o cartoni animati. Pazzesco…La maggior parte dei pezzi in classifica sono cantati da personaggi finti. In più fanno praticamente da traino alla vendita degli allegri motivetti come suonerie per i cellulari.

4 – Acquisti

Positivo: Offerta Internet a 20Mb + HDTV + tariffa flat per le chiamate voce a 29€/mese. E scusate se è poco… Nei supermercati non si può entrare in costume da bagno, ma bisogna sfoderare un abbigliamento dignitoso. Però si trovano delle chicche….  Tarama, Torta al formaggio bianco, Comté, Coca Vanille, maionese alla senape, la baguette, Banania .

Ma il pezzo forte sono le moules. Se vi piacciono le cozze non esitate ad ordinare le Moules à la Poulette: a differenza di quanto possa sembrare (cozze, vino bianco e panna), sono meravigliose.

Altro aspetto positivo è sicuramente il prezzo di un pranzo al ristorante. Pur essendo mediamente più elevato il prezzo del singolo piatto, normalmente basta appunto un solo piatto per pranzare in maniera adeguata. Se per esempio volete mangiare le cozze, con 11/12€ ( ma anche meno) avrete 1Kg di cozze e  200/300 gr. di patatine fritte (frites). E basta. Acqua, pane e coperto sono compresi. In pratica si riescono a fare i conti con molta più precisione che in Italia in modo da non doversi trovare a pagare dlle cifre sporporzionate. Ma se volete un panino, avrete a 4€ una baguette da circa 50cm ripiena , p.es., di hamburger e patatine fritte. Molti sono comunque i ristoranti dove vige il menu a prezzo fisso ( 1 entreé, 1 plat du jour, 1 dessert) a 15/17 €.
Negativo: i prezzi. Non so bene il tenore di vita come sia, ma i prezzi sono piuttosto alti, soprattutto per alcune cose che, qui da noi, sono abbastanza economici, come p.es. i gelati. Difficilmente si trovano buoni gelati confezionati sotto i 2€; i gelati artigianali non sono buoni come i nostri e soprattutto il Gelato Italiano non è nient’altro che il Carpigiani.

5 – Lingua

Positivo: mah…qui è dura… Il francese è una bella lingua da ascoltare…da qui a capire anche solo una parte dei discorsi…

Negativo: le abbreviazioni. Non le sopporto. I francesi abbreviano tutto… petit dej’ invece di petit dejuner (colazione), mayo per mayonnaise (maionese),  pub invece di publicité (pubblicità), e non solo nel parlare. Tranne poi scandalizzarsi e non risponderti nemmeno se dici huitante (alla belga)  o octante (alla svizzera ) invece di quatre-vingt (ottanta).

Annunci

One response to this post.

  1. Bene, sono contento che ti sia piaciuto. Chissà se hai trovato quel negozio di dischi? 😉

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: