Posts Tagged ‘Politica’

Self explanatory

Annunci

TAV

Marco Ponti, professore al Politecnico di Milano, uno dei maggiori esperti di economia dei trasporti in Europa e consulente della Banca Mondiale ha fatto queste interessanti affermazioni:

“Non ha (questo modello) alcuna motivazione razionale: la capacità della rete esistente è molto esuberante rispetto alla domanda e le merci che viaggiano in ferrovia non hanno alcun bisogno di andare a 300 all’ora, bastano e avanzano i 180. Le gallerie hanno costi proporzionali al quadrato del loro raggio: farle un po’ più larghe raddoppia la spesa. Se si vuole che i treni corrano veloci occorre che i trafori siano abbondanti, altrimenti si produce un ‘effetto ariete’ che li rallenta. Conclusione: o si fa come nel tratto AV tra Bologna e Firenze, che non viene ultimato perché i costi sono saliti in modo demenziale per fare gallerie ampie, oppure se ne fanno di normali, come nel progetto Frejus, ma allora i treni dovranno andare a non più di 120-150 all’ora. Alla faccia dell’AV”.

“Esiste già un’AV che non costa nulla allo Stato: i voli low-cost. Imbattibili sopra i 500 km. Per andare da Torino a Parigi difficilmente si prenderà la Torino-Lione. Ma ciò renderà ancor più improbabile quadrare i conti: l’AV ha bisogno di flussi enormi di traffico per essere giustificata. Ne siamo lontani. I treni giornalieri a lunga distanza tra Milano e Torino sono 30 e viaggiano mezzi vuoti; quelli previsti dalle stime ufficiali sul Frejus sono una dozzina”.

Grillo Blog

Quattro contadini ignoranti delle valli.

La signora Emma Bonino ha appena finito di dichiarare al TG3 del Piemonte, che la TAV è un progetto indispensabile per lo sviluppo del paese e che i valligiani sono stati poco e male informati : per questo che si oppongono. Vorrei sapere cosa ne pensa del ponte sullo stretto…Stavo quasi per pensare di dare la mia firma alla “Rosa nel pugno” per permettergli di presentarsi alle prossime elezioni.

Quattro contadini ignoranti delle valli.

Già, la signora Bonino, è nata a Bra ed è “laica, socialista, liberale, radicale“. Nulla a che vedere con quattro
facinorosi , esagitati, antimodernisti…